Valore Val d’Orcia, un libro dedicato al fenomeno del paesaggio della Val d’Orcia, in uscita il 20 settembre, è stato scritto da due giornalisti – e cannetini – Lorenzo Benocci e Cristiano Pellegrini. A Lorenzo e Cristiano un grande in bocca al….dragone…da parte del Quartiere di Canneti.

COMUNICATO STAMPA

Dal 20 settembre in libreria la novità di primamedia editore, il libro dei giornalisti Lorenzo Benocci e Cristiano Pellegrini

VALORE VAL D’ORCIA, IL SAGGIO GIORNALISTICO CHE SPIEGA IL FENOMENO DEL PAESAGGIO ITALIANO PIU’ ICONICO AL MONDO

Come e perché il paesaggio della Val d’Orcia ha acquisito negli ultimi trent’anni un valore così universale nel segno del suo paesaggio. Un vero e proprio fenomeno che, complice anche il riconoscimento Unesco del 2004, non è più solo paesaggistico, ma è anche economico e soprattutto sociale.

“Un luogo concreto ma aperto a tutti i sogni”. Il poeta Mario Luzi descriveva così la Val d’Orcia. Da paesaggio ‘lunare’ a territorio agrario, fino al ruolo di icona universalmente riconosciuta in tutto il mondo. Il successo della Val d’Orcia, in terra di Siena, ormai è un caso che merita di essere spiegato e approfondito.

“Valore Val d’Orcia” (primamedia editore), è un saggio giornalistico scritto da Lorenzo Benocci e Cristiano Pellegrini che offre spunti di riflessione sulle ragioni alla base dell’evoluzione di uno dei paesaggi più iconici mai conosciuti.

Come mai la Val d’Orcia negli ultimi trenta anni è diventata un’icona universalmente riconosciuta in tutto il mondo? Quali sono le ragioni alla base dell’evoluzione di uno dei paesaggi mai conosciuti? E perché un prodotto agricolo fatto in un territorio bello è già di per sé anche buono e desiderato?

Un vero e proprio fenomeno che, complice anche il riconoscimento Unesco del 2004, non è più solo paesaggistico, ma è anche economico e soprattutto sociale. Un riconoscimento universale alla meraviglia del suo paesaggio, ma ancor prima a chi quel paesaggio, nel corso dei secoli, lo ha modellato seguendo gli ideali del Buon Governo del Lorenzetti. Proprio in Val d’Orcia sono presenti i simboli più conosciuti e riconoscibili della Toscana: i cipressi di San Quirico, la cappella di Vitaleta, il podere Belvedere, la strada della Foce, fino alle location di film pluripremiati con gli Oscar, da “Il gladiatore” a “Il paziente inglese”.

“Valore Val d’Orcia” non è una guida turistica e non è neanche un libro fotografico: si tratta invece di un focus su un paesaggio-icona, su un fenomeno sempre più in ascesa a livello globale, come anche i social network più utilizzati stanno dimostrando.

Gli autori, dopo aver ricostruito queste trasformazioni, iniziano un dialogo con illustri professionisti nel campo giuridico, economico, sociale, psicologico, del marketing e della fotografia; ma anche protagonisti del mondo imprenditoriale, attraverso i quali rispondono, con voce autorevole, alla domanda iniziale: come e perché il paesaggio della Val d’Orcia ha acquisito negli ultimi trent’anni un valore così universale nel segno del suo paesaggio.

Gli autori

Lorenzo Benocci, giornalista professionista. Direttore di Agricultura.it, il giornale dell’agricoltura italiana. Si occupa di uffici stampa; vincitore Premio Addetto Stampa dell’Anno 2009 – Agricoltura. Co-autore de Il Barbarossa – Cronache e protagonisti di una festa (2010); autore di varie edizioni di Tutto il Buono di Siena.

Cristiano Pellegrini, giornalista professionista. Direttore di Agenziaimpress.it, quotidiano di informazione; si occupa di uffici stampa da venti anni. È autore del libro Quella notte al Giglio, il dramma della Concordia (2012), vincitore del Premio giornalistico-letterario Carlo Marinkovich per la letteratura del mare.

Valore Val d’Orcia

Il fenomeno del paesaggio italiano

più iconico al mondo

di Lorenzo Benocci e Cristiano Pellegrini

Prefazione di Osvaldo Bevilacqua

Primamedia editore – Siena

LINK PRENOTAZIONE: http://www.toscanalibri.it/it/shop/valore-val-d-orcia_7136.html

Formato: 12.5 x 20.5 cm

Pagine: 184

Prezzo: 15,00 €