Offeso l’intero Quartiere di Canneti. L’immagine che vedete è stata pubblicata su Instagram dal profilo “meme_sanquirico_original” che per qualche click in più non è nuovo a tirare in ballo i Canneti. Immagine poi tolta dallo stesso account.

Questa volta prendendo a pretesto la notizia di cronaca che ha visto protagonista Matteo Salvini (che nella serata di ieri a Bologna ha citofonato ad un cittadino di origine tunisina), si è voluto infangare il Quartiere di Canneti. Nell’immagine si vede Salvini con bandiera Canneti nella felpa e questo testo: “S.Quirico, la provocazione di Salvini. Citofona a casa di un prataiolo ‘vuole fare un’offerta per il quartiere Canneti?’”

In questo caso non si tratta di ironia o di sfottò fra Quartieri, cosa che abbiamo sempre accettato e fatto a nostra volta. Come Direttorio del Quartiere di Canneti, riteniamo che il contenuto e le insinuazioni pubblicate siano offensive, inopportune e fuori luogo. Il fatto che il post sia stato in seguito rimosso non cambia il nostro giudizio, anzi mette in risalto la gravità di quanto pubblicato. Le tracce digitali, come in questo, caso rimangono.

Ovviamente siamo a conoscenza del nome e cognome del leone da tastiera autore di questa bravata anti-cannetina e ci riserviamo, oltre che ad informare l’Eab ed il suo presidente, di adire alle vie che tutelino il nome e l’immagine del Quartiere e di tutti i cannetini.

Se questo è il clima con cui ci si sta avvicinando alla sessantesima edizione della Festa del Barbarossa riteniamo che ci sia da preoccuparsi. Per quanto riguarda il nostro Quartiere – e siamo sicuri che sia così anche per la grande maggioranza dei contradaioli degli altri Quartieri -, continueremo ad impegnarci per promuovere i veri valori che hanno fatto grande il Barbarossa e San Quirico.